Gli italiani e il campanilismo

Sfogliando un dizionario a caso ci si imbatte in questa definizione di campanile: “Costruzione a forma di torre che si eleva vicino a una chiesa o sulla chiesa stessa, nella cui parte più elevata si trovano le campane”. Aggiungiamo che in Italia non esiste paese che non abbia il suo campanile e che in qualche modo da questo non venga anche rappresentato. Chi non ha, forse anche suo malgrado, un ricordo legato a un tintinnio di campane? O un fermo immagine fissato nella memoria di campanili che si staglian nel cielo?

Così noi italiani ci ritroviamo a disputar singolar tenzoni all’ombra delle nostre torri moderne o antiche che siano, a ribadire la provenienza specificando quali e quante siano le differenze tra la nostra provincia e quella vicina, tra un quartiere e l’altro della stessa città, ricordando quanto possa diventare incomprensibile un accento nell’arco di 30 km e come una ricetta possa subire fondamentali cambiamenti al di là di una collina o ancora rammentando a chiunque l’impareggiabile clima e la supremazia culinaria…

Sgranano gli occhi gli stranieri che ci guardano e ascoltano mentre gesticoliamo in modo animato con connazionali di regioni differenti parlando delle nostre terre come se provenissimo da due continenti  lontani. Possan le differenze esser virtù e l’orgoglio riscatto per te, paese antico di unità recente. Possano i tuoi campanili continuar a risuonare con le corde tirate  a mano o gli altoparlanti che stridono, che alla fine, si sa, un rintocco non ha mai fatto male a nessuno, religioso o miscredente che sia.

Annunci

4 pensieri su “Gli italiani e il campanilismo

  1. viaggiaresemplice Autore articolo

    Certamente tutto il mondo è paese. Solo che in Italia per tante ragioni storiche e sociali appare spesso più forte il concetto di paese, provincia o regione rispetto a quello di unità nazionale, poi certamente un newyorkese ci terrà a rimarcare questo fatto e così un parigino dirà di sentirsi parigino e francese allo stesso tempo….da noi accade che qualsiasi sia il paese di provenienza (anche minuscolo) lo si sottolinei con orgoglio…QUASI più di quanto si sottolinei la propria italianità…!

    Rispondi
  2. lalla54

    Forse questo accade perche’ siamo molto diversi ed in realta’ una nazione troppo giovane!
    Mi chiedo se sia un male o semplicemente un modo di essere di noi italiani.

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...